ELENCO :: EVENTI
lunedì, 16 settembre 2019

A BOMARZO IL RADUNO NAZIONALE DEI BORGHI DELLA LETTURA

Organizzazione perfetta e paesaggi mozzafiato resi superbi dalla visite al sacro bosco (parco dei mostri) e alla piramide etrusca. A Bomarzo, nella Tuscia, è andato in scena il quarto raduno nazionale dei Borghi della Lettura, network turistico nazionale che ad oggi raggruppa 54 borghi di 14 regioni italiane (Abruzzo, Marche, Toscana, Umbria, Lazio, Friuli, Veneto, Emilia Romagna, Sardegna, Campania, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria). Dopo i successi ottenuti alla Bit di Milano e a Matera 2019 capitale europea della cultura, a novembre i Borghi della Lettura saranno presenti al Festival della Partecipazione de L'Aquila e successivamente nella primavera 2020 alla Fiera del Turismo Culturale di Torino. I referenti si sono confrontati sui vari temi evidenziando le attività messe in campo durante l’anno a partire dalla Notte Bianca dei Borghi della Lettura che ogni anno richiama diversi visitatori oltre a coinvolgere artisti e scrittori. A livello promozionale i Borghi della Lettura sono stati raccontati soprattutto sulle piattaforme turistiche di Turisti per Caso e Italy Slow Tourism (in inglese) nati entrambi dall’idea di Patrizio Roversi (ambasciatore onorario dei Borghi della Lettura) e Syusy Blady, noti viaggiatori e personaggi televisivi. In merito alle strutture ricettive correlate ai Borghi della Lettura, ad oggi su Mondoborgo Vacanze sono presenti ben 34 strutture per un totale di 400 posti letto. A primeggiare per le presenze turistiche è Barcis, borgo della lettura del Friuli, in Valcellina, che questa estate ha fatto registrare ben 15.000 presenze. Importante però anche il lavoro svolto da piccoli comuni virtuosi come Biccari, nella Daunia, che con l’idea innovativa delle Bubble Room e delle case sugli alberi Bed and Tree, ha fatto registrare un incremento positivo di presenze. Soltanto il Bed and Tree oltre 500 presenze nei mesi estivi. Infine l’importanza del riuso degli spazi nei nostri centri storici, recuperati per realizzare nuove architetture urbane come le piazzette della lettura vedi a Sant’Agata di Puglia o a Pari in Toscana, terrazze della lettura vedi Macchiagodena o giardini della lettura vedi Fallo in Abruzzo. Arrivederci in Toscana al prossimo raduno nazionale che si terrà nel maggio 2020.